Opicinumab il primo farmaco Rimielinizzante

giovedì 3 gennaio 2019 05:52


n occasione dell’ECTRIMS di Parigi è stato annunciato l’avvio dello studio clinico di Fase II AFFINITY che valuterà la molecola sperimentale opicinumab come terapia aggiuntiva nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM) recidivante. 

Lo studio AFFINITY nasce in seguito alla revisione completa dei dati del precedente studio di Fase II SYNERGY, che pur non avendo raggiunto l'end point ha identificato una specifica popolazione di pazienti con maggiori probabilità di risposta al trattamento con opicinumab.


L'analisi post-hoc dei dati dello studio SYNERGY ha mostrato che l’effetto clinico di opicinumab è migliore rispetto al placebo nei pazienti che soffrivano della malattia da minor tempo e nei quali la risonanza magnetica mostrava determinate caratteristiche cerebrali, che suggeriscono una possibile riparazione delle lesioni dovute alla SM mediante la rimielinizzazione.

il centro di Verona, ancora una volta e’ all’avanguardia anche in questo settore essendo tra i primi centri in Italia ad avere avviato la sperimentazione di questo promettente farmaco